Consigli ai politici

Amo Plutarco non solo per le sue –Vite parallele– ma soprattutto per i suoi –Moralia– nei quali esprime sempre grandezza e libertà di pensiero. Nel testo: –Del mangiare carne– ad esempio, afferma che: “…nella mattanza degli animali esistono tutti i germi della violenza e delle guerre…e… la vieta usanza di mangiare carne trova molta accoglienza tra gli uomini perché è difficile -come disse Catone- il parlare ai ventri che non hanno orecchi.” Nel libro: “Sull’intelligenza degli animali” sostiene che essi sono dotati di sensibilità ed intelligenza al pari degli umani.Immagine          Ma qui vorrei citare molto brevemente un altro suo libro che trovo estremamente utile ed attuale i: –Consigli ai politici- Riassumerò il suo pensiero in pochi punti invitando tutti a rileggere l’intero manuale.

1) L’attività politica deve essere scelta in base a giudizio e ragionamento. Non bisogna volgersi alla politica per desiderio di imbrogli e di lucro.

2) Chi fa politica è sempre esposto alla vista di tutti, in ogni momento, quindi deve comportarsi anche in privato in modo irreprensibile.Immagine           3) Per un politico è importantissimo saper parlare con efficacia. Il suo dire deve essere di carattere schietto, sostanzioso ed intelligente. L’esposizione deve mostrare sicurezza e deve unire alla grazia la capacità di guida.

4) Il politico si deve comportare come con l’amante e lasciare rimpianto di sé quando non è presente, lasciando spazio anche alle iniziative degli altri per evitare di essere odiato e disprezzato.

5) Occorre che il politico conosca se stesso e scelga le persone che valgono più di lui in certe circostanze. Ad esempio; se non è adatto alle relazioni si prenda come compagno uno simpatico, se è fisicamente debole un uomo forte e robusto, ecc…

6) Deve rifuggire dalla brama degli onori. L’onore deve essere un simbolo non il compenso per l’azione compiuta.

7) Nulla rende l’uomo più docile nei confronti dell’altro se non la fiducia  nella sua benevolenza, la fama della sua moralità ed il suo senso della giustizia.

8) Fra i molti vizi non ve n’è alcuno che più dell’ozio, della mollezza e della viltà disonori l’uomo anziano che, spogliatosi delle cariche politiche si ritiri in casa. Una militanza politica basata sullo spirito democratico e rispettosa delle leggi è davvero una bella sepoltura ed aggiunge alla morte la gloria che viene dalla vita.Immagine          9) L’anziano politico si deve comportare con i giovani come i vecchi alberi che permettono agli arboscelli di crescere sotto di loro; deve guidarli ed istruirli con buoni precetti cedendo incarichi adatti a loro.

10) Fare politica è cosa identica al fare filosofia. Gli stolti non fanno politica neanche quando fanno gli strateghi; si comportano da demagoghi, mentre chi ama la propria patria in modo autentico si comporta sempre da politico, guida chi ha bisogno di essere guidato, incoraggia gli onesti ed offre tutta la sua vita operosa alla patria. Gli anziani che posseggono giustizia, saggezza e capacità di ragionare è bene che si dedichino, fino a quando sono capaci di respirare, al bene di tutta la comunità.Immagine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...