Nur Schutz = Solo per difesa

La nascita del Tirolo è dovuta all’abilità politica ed all’intelligenza di Mainardo II (1238-1295) il quale, opponendosi con astuzia e coraggio -fu più volte imprigionato e scomunicato- ai vescovi conti di Bressanone e di Trento (dei quali era avvocato) riuscì a creare uno Stato laico e potente: la Contea del Tirolo, riconosciuta ufficialmente dal re Rodolfo d’Asburgo nel 1282.

E’ sicuramente il primo signore del medioevo a capire  che è ” il denaro che vince la guerra” e quindi ad adoperasi per conquistare i mercati prima dei campi di battaglia, pur non trascurando mai di armarsi fino ai denti per tutta la vita. I suoi nemici naturali erano i vescovi conti di Trento e Bressanone e la piccola nobiltà terriera. Per cercare di contrastarli organizza un perfetto sistema doganale lungo i confini del suo territorio, conia monete ed espropria un po’ alla volta i vescovi delle loro terre (da cui le scomuniche) Il segreto del suo successo politico consiste però sopratutto nell’aver organizzato la finanza del suo Stato, intuendo le potenzialità della moneta, mentre gli altri nobili si limitavano a vessare i contadini con gabelle medioevali. Il conio della moneta gli permise di avere un introito enorme anche perché il Tirolo è una terra di passaggio per le Regioni che si trovano a Nord e a Sud d’Europa. Per avere l’appoggio del popolo contro i nobili, primo ed unico in Europa, istituisce le svaighe (gli odierni masi) situate ad un’altitudine che va dai 1200 ai 1700 metri, dotate di attrezzature e di bestiame e che permettevano ai contadini di vivere liberamente in cambio di una piccola locazione ereditaria. Quando muore senza eredi diretti nel 1295, lascia il potere alla nipote Margarethe Maultasch. Nel 1363 lei cederà (la storia qui è molto incerta, alcuni parlano di esproprio) il Tirolo al Duca d’Austria Rodolfo IV e gli Asburgo  manterranno il potere per quasi 600 anni.Immagine         Fra le date fondamentali per capire la storia di questi luoghi c’è sicuramente quella della promulgazione del Landlibell nel 1511, che sottolinea la peculiarità delle tre regioni del Tirolo (Nord-Sud-Welsch) rispetto agli altri territori europei. Il Landlibell porta la firma dell’imperatore Massimiliano I d’Asburgo ed è composto da 42 articoli molti dei quali sono ordinanze militari dedicate ad un nuovo sistema di difesa. Stabiliva che in caso di aggressione al Land (Paese) sarebbe stata attivata una forza difensiva territoriale operante solo all’interno dei confini e solamente per difesa. E’ questo credo il punto più importante. L’articolo 11 dice infatti testualmente: SOLO PER LA DIFESA DEL PAESE E SENZA USCIRE DAI CONFINI  I soldati ‘difensori’ ossia gli Schuetzen, erano per lo più volontari e                                                                                                                                Immagine           si esercitavano con l’archibugio in un luogo chiamato Bersaglio, sparando almeno 60 colpi all’anno. Delle loro gesta ricordo solo i combattimenti contro le truppe di Napoleone che avevano invaso il Welschtirol (l’attuale Trentino)

Non posso non citare, almeno sommariamente le riforme fondamentali di Maria Teresa D’Austria (1717-1780) che divise il potere amministrativo da quello finanziario; promosse la redazione del catasto per difendere i piccoli proprietari dalla prepotenza dei nobili ( e per poter finalmente tassare anche questi ultimi). E, soprattutto, l’introduzione nel 1774 dell’istruzione primaria obbligatoria per tutti -finanziata con i bene sequestrati ai gesuiti-

Con l’avvento del fascismo, che come tutti i regimi stupidi non ha saputo rispettare e magari approfittare delle caratteristiche delle terre conquistate, e quindi, come tutti i regimi di questo tipo è crollato molto presto, inizia la persecuzione degli Schuetzen e della popolazione di cui sono espressione. Viene proibito l’uso del termine Tirolo, l’uso del tedesco (la gente lo insegna ai bambini nelle catacombe), proibite le divise colorate ed ogni insegna che ricordi il passato, ImmagineItalianizzati i nomi delle località senza nessun rispetto per la loro origine e significato. Ricordo solo un esempio che per la sua volgare brutalità mi infastidisce molto: Castel Roncolo è il nome imposto dal fascista Tolomei allo Schloss Runkelstein che molto poeticamente significa radice di pietra.Immagine            E non voglio parlare della persecuzione subita dai soldati che ritornavano dalla guerra, dove avevano combattuto per gli Asburgo e che si ritrovavano internati nei campi di concentramento italiani perché considerati traditori e dove morirono quasi tutti di stenti e di malattie.

Il fascismo è finito nel 1945 ma ci sono voluti ancora parecchi decenni prima che si cancellasse il ricordo dei soprusi compiuti nel territorio ed apparissero le prime manifestazioni di liberi cittadini che si ritrovavano a sfilare vestiti delle antiche divise per le strade dei loro paesi, sperando che la loro azione militare non sia mai più necessaria.Immagine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in storia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Nur Schutz = Solo per difesa

  1. Bastet ha detto:

    Interesting piece of history I knew nothing about! Thanks.

  2. aurora mazzoldi ha detto:

    Molto interessante perchè della storia della nostra Regione non se ne sa mai abbastanza!

    • elena ha detto:

      Grazie Aurora, ho fatto un riassunto molto striminzito ma ci sono molte cose interessanti sulle quali si potrebbe scrivere (ci sto pensando)

  3. elena ha detto:

    Thanks for your comment Bastet!

  4. talpa ha detto:

    Neanch’io ci tengo molto ad essere difeso dagli Schuetzen, per la verità,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...