Alla ricerca di Paolo Veronese

braida 006Sessanta dipinti e quaranta disegni di Paolo Veronese e dei suoi eredi riuniti nella -Haeredes Pauli-  sono in mostra in questo periodo al Palazzo della Gran Guardia di Verona. Il percorso espositivo parte dagli esordi dell’artista ed indaga i suoi rapporti con i grandi dell’architettura del suo tempo come Palladio, Sansovino e Sanmichele, mostrando la capacità del pittore nell’armonizzare spazi architettonici con immagini dipinte creando effetti impressionanti di suntuosità e ricchezza degni della Grande Repubblica Veneta di cui esaltava la potenza e la cultura. Accanto alle scene profane, spesso racchiuse in architetture e cieli sconfinati, ricche di colori brillanti, di immagini di potere e di gloria, rappresentate in immensi teleri, ci sono le composizioni profane di rara e sensuale bellezza, quindi quelle religiose, più oscure e tragiche, dipinte sotto la minaccia incombente dell’Inquisizione. All’esposizione della Gran Guardia (dove non si può fotografare) viene offerta una guida delle chiese di Verona in cui sono presenti alcune opere del grande Paolo.braida 015Scopro così, dopo aver attraversato il ponte di Pietra, che al di là dell’Adige esiste un’altra chiesa di Verona che non conoscevo: San Giorgio in Braida.braida 017       La chiesa deriva il nome da uno slargo naturale della sponda dell’Adige in cui attraccavano le barche da trasporto merci. Come  quasi tutte le chiese di Verona  San Giorgio è “una meravigliosa galleria d’arte” come scriveva Goethe nel suo -Viaggio in Italia-  dove si può fotografare ed ammirare le opere in perfetta solitudine a differenza che nelle mostre contemporanee.                                                                                                                                      La chiesa, fondata nel 1046, come monastero dei Benedettini, fu completamente rinnovata nel 1441 . Anche l’esterno è decisamente armonioso ed affascinante come tutte le chiese rinascimentali.braida 022 braida 027 braida 036 braida 023L’edificio è dominato da una grande cupola di Sanmichele per la cui realizzazione fu mozzata la torre romanica in tufo.braida 042 braida 101L’interno è a navata unica e nell’abside, della Scuola del Sanmichele, ecco lo splendido Veronese indicato nella guida.braida 064         Il Martirio di San Giorgio del 1566 è diviso in due diversi piani: in alto la Madonna con le virtù teologali, in basso il martirio del santo. Un angelo collega le due scene portando al santo la palma del martirio. L’opera fu rubata dai soldati di Napoleone nel 1797 e restituita nel 1815, a differenza dell’altra opera del Veronese, la -Santa Barbara che guarisce gli ammalati- che è rimasta a Rouen.                                                                                                                              La chiesa, come ho detto prima, è una splendida galleria d’arte, infatti a destra dell’altare ecco un’immensa tela  del 1603 di Paolo Farinati, amico del Veronese, che rappresenta la -Moltiplicazione dei pani- Il quadro ricopre tutta la parete e mi è stato impossibile fotografarlo integralmente, dobbiamo accontentarci di alcuni dei particolari meglio riusciti,braida 047 braida 054 braida 051      come per l’altra immensa tela sul lato sinistro -La caduta della manna- opera di Brusasorzi.braida 058 braida 059 braida 062 braida 060Entrando nella chiesa, sulla sinistra, il primo quadro che si vede è la -Santa Cecilia e i Santi Martiri- di Moretto da Brescia.braida 038                Poi un’Annunciazione di Carotobraida 046        Un bellissimo trittico con un San Giuseppe eseguito dal Recchia e le altre parti dal Caroto.braida 079              Una Madonna in trono di Girolamo dai Libribraida 081         Un -Noli me tangere- di F. Montemezzano.braida 092Sant’Orsola e le compagne di F. Carotobraida 094       La Vergine e i tre Arcangeli di Brusasorzibraida 085braida 086       La Pentecoste di Domenico Robusti (figlio di Paolo Veronese)braida 088L’Assunta e i Santi Benedettini di Ottino Pasqualebraida 090           Il Martirio di San Lorenzo di Sigismondo di Stefani.braida 098Sopra la porta maggiore un -Battesimo di Cristo-  del Tintoretto impossibile da fotografare per il buio e la distanza. Affascinate pure la piccola cappella del Cristo portacroce con gli ex voto.

braida 076 braida 073 braida 075

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in arte e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Alla ricerca di Paolo Veronese

  1. lois ha detto:

    È la bellezza di poter scoprire più vicino di quanto crediamo delle bellezze semisconosciute. Splendidi i dipinti!

    • elena ha detto:

      Perfettamente d’accordo. Personalmente credo che la bellezza sia l’unica consolazione che ci resta e spero che riesca a salvare il nostro Paese prima o poi. Grazie Lois

      • lois ha detto:

        Lo sostengo anche io, occhi nuovi per guardare la bellezza e per poter ottenere la migliore immagine che si possa ottenere di questo nostro mondo!

  2. francesco ha detto:

    Queste opere testimoniano il bisogno di Bellezza ed Armonia, permesso in quel tempo.
    La Bellezza ha salvato il mondo, in un passato di cui non siamo più portatori.

  3. elena ha detto:

    La Bellezza nelle opere d’arte del nostro passato rifletteva l’armonia e la bellezza interiore, era un’espressione dell’intelligenza e della cultura dei nostri avi. Non posso giudicare il presente ma spero che un po’ di questo passato sia rimasto dentro di noi. In me esiste sotto forma di nostalgia e nel tentativo di parlarne e di mostrare quello che per caso scopro un po’ qua e là. Ma grazie Francesco per il tuo gentile commento

  4. glasmundo ha detto:

    Coincidenze: faccio parte del gruppo di lavoro che ha ricostruito Villa Soranzo per la mostra di Veronese… grazie per essere passati dal nostro blog! Vi seguirò con interesse! Giovanni

    • elena ha detto:

      La mostra sul Veronese era veramente bella, ma non ho visto villa Soranzo. Grazie a te per il commento e per la visita. Il tuo blog è molto bello e le foto sono stupende. Complimenti!

  5. elena ha detto:

    Ritornerò alla mostra per vederlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...