3 giardini veneziani

arsenale2015 009                The Glass Tea House Mondrian , sull’isola di San Giorgio, è la prima opera architettonica realizzata dell’artista e fotografo giapponese Hiroshi Sugimoto. Attraversando un vialetto costruito con scope di saggina e palizzate di legno di cedro proveniente dal Giappone,sangiorgio 374                si entra in un ambiente in cui domina l’armonia e la perfezione geometrica, come appunto nei quadri di Mondrian. L’azzurro dei mosaici delle vasche riflette il cielo e contrasta con il colore della palizzata a cui si richiamano le piastrelle sulle quali cammina il visitatore.sangiorgio 370                 Due strisce bianco-grigio, costituite dai sassolini, accompagnano lo sguardo  sul punto più importante e significativo della costruzione; ossia la stanza sollevata sull’acqua e racchiusa dal vetro nella quale si svolge la cerimonia del te.sangiorgio 371                 Un equilibrato e perfetto dialogo tra natura e artificio, tra l’Oriente e Venezia, tra l’arte antica giapponese e quella occidentale. Misura architettonica che crea uno spazio artistico accostando in modo sapiente colori e oggetti, vetro e pietre, legno e acqua. Un’opera costruita con il vetro che non crea barriere visive e non costruisce un interno o un esterno ma si armonizza e compenetra con l’ambiente circostante.

sangiorgio 381           Diverso il lavoro alle Zattere, presso l’Istituto d’Arte Marco Polo, intitolato – Dall’Oriente all’Occidente- creato da un gruppo di giovani artisti cinesi sotto la guida della curatrice Fang Lei.sangiorgio 211           Yang Maoyuan ha creato -Il cielo di Pechino- trasformando le antiche colonne in oggetti colorati tutti in modo diverso; un effetto ottenuto con 39 stendardi di Pechino che riportano la temperatura di questa città per ogni ora della giornata.sangiorgio 210                      Zhou Li con 9000 gocce di pioggia d’ambra ha costruito –La polvere-                                      sangiorgio 205             Wang Yiqiong ha creato un provvisorio mosaico-tappeto, colorato e dipinto, che circonda tutto il giardino e incornicia le opere degli altri artisti, fra cui quelle di Liu Ke.sangiorgio 204

Nel giardino di Palazzo Soranzo Cappello, parte della vegetazione, nata spontaneamente,    sangiorgio 002                  è stata lasciata per ricordare le ambientazioni letterarie di Henry James e di Gabriele d’Annunzio. Il sottobosco, composto principalmente dall’edera, ricopre tutto il terrenosangiorgio 032                 e crea uno sfondo romantico alle statue presenti lungo la stanza all’aperto aderente al palazzo.sangiorgio 033                       Il giardino esterno termina con una costruzione in cui al centro troviamo un’opera di Roberto Sebastiano Matta, di cui André Breton, suo amico, diceva –Matta è colui che maggiormente tiene fede alla propria stella, che è forse sulla strada migliore per arrivare al segreto supremo: il controllo del fuoco-sangiorgio 036                 Il padre del Surrealismo si riferiva alle strane e rielaborate sculture in bronzo e in metallo dell’architetto e scultore cileno che sono figure, che pur richiamandosi ai sogni sangiorgio 019                  e al mondo dell’inconscio, sono e rappresentano momenti della storia e dei periodi politici contemporanei vissuti e sofferti dallo stesso Autore.sangiorgio 021                  Le sue sculture sono una sintesi delle divinità dell’America Latina, delle divinità greco-romane e della civiltà moderna in cui l’autore viveva.sangiorgio 007                    Filosofi, guerrieri, mostri del cielo e dell’acquasangiorgio 011              invadono gli spazi dell’antico giardino,sangiorgio 016                    ci circondano in ogni dove, ricordandoci il nostro passato, ammonendoci asangiorgio 029                 proposito del presente, e, sangiorgio 031                    come dice lo stesso scultore –La qualità dell’artista è nel contenuto del suo grido: chi lo vuole ignorare ha paura di svegliarsi: la qualità dell’opera risiede nella sua carica di coraggio poetico-sangiorgio 034

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in arte contemporanea e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...